Paradosso Ilva: lo sciopero danneggia la nostra immagine. “Avvertimento” alla Fiom

Paradosso Ilva: lo sciopero danneggia la nostra immagine. “Avvertimento” alla Fiom

Un’azienda finita sotto processo per disastro ambientale, vicenda conosciuta in tutto il mondo, subisce “danni reputazionali” per gli scioperi di Genova. Sembra paradossale, ma è quanto sostiene l’Ilva. “Lo sciopero e le manifestazioni organizzate dalla Fiom presso lo stabilimento di Genova negli ultimi tre giorni – afferma l’azienda – stanno generando danni reputazionali oltre che di fatturato per il Gruppo. La temporanea interruzione delle attività della fabbrica, infatti, oltre a compromettere la reputazione di Ilva, in particolare verso i clienti internazionali con cui negli ultimi mesi sono stati siglati importanti contratti di fornitura, sta causando perdite finanziarie, stimate in circa 6 milioni di euro per le tre giornate di fermo della fabbrica”.


Perdite di fatturato che, secondo Ilva, “ad oggi corrispondono all’ammontare delle risorse finanziarie necessarie per gli investimenti sulla linea 4 di zincatura del sito industriale di Genova, sui quali, alla luce dei fatti accaduti in queste ore, l’Azienda valuterà come procedere”. Poi il monito che suona quasi come un avvertimento. “L’eventuale protrarsi del fermo anche nella giornata di domani potrebbe, inoltre, compromettere il funzionamento della fabbrica di Novi Ligure, e in particolare del decatreno, causando, di conseguenza, ulteriori danni al Gruppo, già sotto pressione a causa delle difficoltà interne e della debolezza del settore”.



Infine, prosegue Ilva “le manifestazioni in corso stanno impedendo alle chiatte, da giorni in stato di attesa presso le banchine del porto, di procedere con l’attività di scarico e carico di ingenti quantità di prodotti destinati alla lavorazione e all’esportazione. Per queste ragioni, pur nel rispetto del diritto di sciopero dei lavoratori e delle scelte delle diverse sigle sindacali, la Società auspica che non venga ulteriormente ostacolato il normale svolgimento delle attività industriali dello stabilimento”. (Foto TgCom24)


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled