Parcheggiatori abusivi, ambulanti e baby ladri. Il Borgo passato al setaccio

Parcheggiatori abusivi, ambulanti e baby ladri. Il Borgo passato al setaccio

Il Borgo di Taranto passato al setaccio dagli agenti della polizia nell’ambito del Controllo Integrato del Territorio predisposto dal Questore di Taranto, Giuseppe Bellassai, con il compito di prevenire e contrastare le situazioni di illegalità e di criminalità diffusa nel Capoluogo ionico.


Le vie del quartiere Borgo, sono state passate al setaccio dagli uomini della Questura con la collaborazione del personale del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e della Polizia localePresidiate le principali vie d’afflusso al centro cittadino, lungo le quali sono stati predisposti posti di blocco che hanno portato all’identificazione di 210 e al controllo di 97 veicoli.



Numerose le violazioni al Codice della Strada rilevate che hanno portato al ritiro di due patenti e al sequestro dicinque autovetture, di cui tre perché prive di assicurazione. Diversi automobilisti, inoltre, sono stati trovati in possesso di modiche quantità di sostanzestupefacenti che ha fatto scattare per loro la segnalazionealle Autorità competenti.

Particolare attenzione è stata dedicata anche alle segnalazioni dei cittadini in merito all’indicazione di zone soggette a degrado. Proprio in una di queste, i poliziotti hanno fermato e controllato un uomo, un 38enne pregiudicato di Brindisi che è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con una lama della lunghezza di 12 cm e di una grossa forbice che gli sono costati una denuncia in stato di libertà per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Nella rete dei poliziotti anche due giovanissimi che avevano appena portato a termine un furto in un grande magazzino di via di Palma. I due, entrambi 15enni, sono stati raggiunti e bloccati dagli agenti che, in quel momento, stavano pattugliando le vie del centro a bordo delle biciclette di recente assegnate alla Questura proprio per consentire ai poliziotti di muoversi agevolmente nel traffico cittadino.


Denunciati per furto di energia elettrica, inoltre, due soggetti. All’interno dei loro appartamenti i tecnici Enel hanno accertato che i due avevano realizzato degli allacci abusivi bypassando i contatori. Il danno stimato per l’ente erogatore di elettricità e di circa 25.000 euro.

All’opera anche gli uomini della Divisione di PoliziaAmministrativa e Sociale della Questura e della Polizia Locale, che hanno passato al setaccio il tratto di via Mazzini interessato dalla presenza di numerosi venditori ambulanti che sono soliti esporre la propria merce sulla pubblica via creando intralcio e danno al decoro cittadino. Nel corso dei controlli, sono stati sequestrati vari oggetti tra cui dvd, quadri, sculture e complementi d’arredo di vario genere, messi in vendita in assenza di qualsiasi titolo autorizzativo. Ammontano a più di 10.000 euro le sanzioni elevate ai due venditori.

Denunciato per estorsione, inoltre, un posteggiatore abusivo che, poco prima aveva minacciato un automobilista che si era rifiutato di pagare il classico “caffè” e che, per tale rifiuto, aveva pensato bene di danneggiare la macchina del malcapitato. Fondamentale, per individuare il responsabile, si è rivelata la collaborazione di un altro cittadino che lo aveva sorpreso proprio nel momento in cui stava danneggiando l’autovettura e che, immediatamente, si è messo a disposizione delle forze dell’ordine. Un altro parcheggiatore, già gravato da un DASPO urbano lo scorso mese di novembre, è stato sorpreso in Via Anfiteatro e denunciato  per inosservanza della misura di Polizia.  


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to