Poesie e racconti, i vincitori del concorso indetto dall’Aristosseno di Taranto

Poesie e racconti, i vincitori del concorso indetto dall’Aristosseno di Taranto

La distanza non ha fermato scrittori e giurati, anzi. Ci hanno pensato le parole ad accorciare il senso di distacco imposto dall’epidemia.


Anche quest’anno, infatti, il liceo Aristosseno di Taranto ha indetto i concorsi letterari di poesia I poeti lavorano di notte (VI edizione) prosa Una rosa per un racconto (XIII edizione).



Il concorso 2020 di quest’anno dava la possibilità a tutte le componenti del mondo della scuola ionica – alunni, ex alunni, docenti, genitori e personale scolastico – di esprimere liberamente il proprio estro.
Trentadue le poesie, scritte da studenti delle scuole Aristosseno, Archita, Calò e “Ferraris Quinto Ennio”, ed anche da una docente dell’istituto Majorana di Martina Franca. Diciotto, invece, i racconti firmata da ragazzi e ragazze di Aristosseno e Archita. La giuria, composta da docenti dell’Aristosseno e da alcuni animatori culturali, ha premiato sei autori. Le poesie sul podio: “Libertà” (di Aurora Maglie 2^B “Aristosseno”) “Lo spettacolo del poeta” (di Cristian Caforio 5^D “Aristosseno”), “Sentiero” (di Alessia Malavisi 4^D “Aristosseno”). I migliori racconti sono stati “Il cantante senza voce” (di Elena Del Monaco 1^ H
“Aristosseno) ed ex aequo “La ragazza che applaudiva nel modo sbagliato (di Arianna De Pasquale 4^ C “Aristosseno”) e “Un pomeriggio d’autunno (di Fabiana Ciaccia 2^ASP “Archita”). “Un sentito ringraziamento va a tutti i partecipanti di questa edizione… speciale” sottolineano dall’Aristosseno gli organizzatori di questa edizione 2020.


Annunci

Dove andare a Taranto