Referendum, Regionali e Amministrative, l’affluenza alle urne: i dati

Referendum, Regionali e Amministrative, l’affluenza alle urne: i dati

Alle ore 12 il 12%, alle ore 19 il 30%. La media è questa, almeno in Puglia. In Italia il 29%. Alle 23 ci sarà il terzo rilevamento. I seggi saranno aperti anche domattina dalle 7 alle 15.


Affluenza alle 19 per il Referendum costituzionale è risultata attorno al 30%, così come per le Regionali in Campania, Liguria, Puglia e Veneto Per le amministrative il 37%. Per quanto riguarda le Regionali pugliesi, a Bari si è recato alle urne il 29%, a Lecce il 27, 94%, a Brindisi il 26,45%, a Taranto il 25,67%, nella Bat il 29,72% , a Foggia il 23,72%.



Come si vota (fonte sito Regione Puglia)

Per quanto attiene alla modalità di voto, ciascun/a elettore/elettrice può:

  • votare a favore solo di una lista tracciando un segno sul contrassegno; in tal caso il voto si intende espresso anche a favore del/la candidato/a candidata presidente della Giunta regionale a essa collegato/a; 
  • votare solo per un/a candidato/a alla carica di presidente della Giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo;
  • votare per un/a candidato/a alla carica di presidente della Giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste; 
  • votare disgiuntamente per un/a candidato/a alla carica di presidente della Giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. 

Si può esprimere, nelle apposite righe della scheda, uno o due voti di preferenza (doppia preferenza di genere) per i/le candidati/e a consigliere regionale, scrivendo il cognome (o il cognome e nome) del/la candidato/a o dei due candidati compresi nella stessa lista.


Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Voto in sicurezza

Regione, Aziende sanitarie e Prefettura hanno messo a punto un protocollo di sicurezza anti Covid da rispettare in occasione delle elezioni referendarie, regionali e comunali del 20 e 21 settembre. Le seguenti misure tutelano la salute garantendo il diritto di voto.

Appofondisci sul Portale tematico Salute, sport e buona vita

Come richiedere il voto a domicilio per le persone in quarantena, in isolamento fiduciario o in trattamento domiciliare per Covid-19

Chi non può recarsi al seggio deve inviare al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto secondo le modalità individuate dell’ente:

Una dichiarazione che riporti:

  • la volontà di esprimere il voto a domicilio;
  • l’indirizzo completo del proprio domicilio. In alternativa, l’indirizzo completo del luogo in cui si sta trascorrendo il periodo di quarantena/isolamento fiduciario/trattamento domiciliare.

Un certificato rilasciato dal funzionario medico, designato dagli organi competenti dell’Azienda sanitaria locale, nei 14 giorni antecedenti la data della votazione (non prima), che attesti l’esistenza delle condizioni sopra indicate.

Appofondisci sul Portale tematico Salute, sport e buona vita

Sezioni elettorali ospedaliere Covid-19 e seggi speciali per voto a domicilio

  • Le persone ricoverate negli ospedali Covid possono votare per Referendum e Regionali all’interno dei seggi speciali istituiti nelle strutture.
  • Chi richiede di votare a domicilio riceve a casa il seggio speciale composto da due scrutatori adeguatamente formati e protetti.
  • Per votare occorre indossare la mascherina chirurgica.
  • Dopo la votazione, la scheda viene depositata in un’apposita busta per ciascuna consultazione (referendum, elezioni comunali, elezioni regionali).
  • Le matite devono essere sanificate dopo ciascuna operazione di voto.

Appofondisci sul Portale tematico Salute, sport e buona vita

Voto accompagnato, voto dall’estero, rilascio delle tessere elettorali e duplicati

Le disposizioni per le persone con disabilità che non possono esprimere autonomamente la propria preferenza, per le persone che risiedono all’estero iscritte all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) e le modalità per ottenere il rilascio delle tessere elettorali e duplicati sono elencate qui.


Annunci

Dove andare a Taranto