Sfruttamento nei call center, Fastweb scrive a La Ringhiera

Sfruttamento nei call center, Fastweb scrive a La Ringhiera

L’articolo de La Ringhiera sullo sfruttamento nei call center su segnalazione della Slc Cgil, ha sortito un primo risultato. Alla nostra redazione ha scritto Fastweb. Questo il testo della lettera.


Gentile Redazione, in seguito all’articolo dal titolo Nel call center per 1 euro all’ora pubblicato il 19 marzo 2016, Fastweb ha avviato una attività di indagine per verificare se il call center di Taranto cui si fa riferimento nell’articolo lavorasse effettivamente utilizzando il nome Fastweb e a che titolo. Dalle nostre verifiche è risultato che il call center in questione non ha alcun contratto o mandato con Fastweb, ma opera come subagente non autorizzato per incarico di una nostra agenzia. Fastweb, pur non essendo a conoscenza dei fatti di merito, ha deciso di interrompere immediatamente ogni tipo di contrattto con l’agente che ha affidato i lavori senza autorizzazione. Desideriamo ringraziare La Ringhiera.net per l’utile segnalazione che ci ha permesso di identificare una situazione irregolare e di correggerla.



Ufficio Stampa Fastweb


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled