Si torna in classe? Kyma Taranto vara 57 nuove corse scolastiche

Si torna in classe? Kyma Taranto vara 57 nuove corse scolastiche

Ritorno a scuola degli studenti, in sicurezza: arrivano nuove corse “che andranno a potenziare ulteriormente il servizio degli autobus della Società partecipata del Comune di Taranto” annunciano da Kyma Taranto.


Il programma (dettaglio su www.amat.taranto.it) prevede, durante gli orari di maggiore flusso degli studenti, sia il potenziamento di linee esistenti (1/2, 3, 8, 11, 14, 18 e 24) con 22 ulteriori corse, sia l’attivazione di 57 nuove “Corse scolastiche” da/per la città sulle principali direttrici: Paolo VI, Statte, Lama e i capolinea di Pezzavilla, Saturo/Leporano e Sanarica/San Donato.



«Il programma messo a punto dai tecnici di Kyma Mobilità – ha spiegato la presidente Avvocato Giorgia Gira – è stato elaborato in base alle indicazioni del Piano operativo provinciale, un importante risultato del tavolo tecnico convocato dal Prefetto Demetrio Martino, un momento di grande condivisione e partecipazione istituzionale che consentirà un ritorno a scuola dei nostri ragazzi nelle condizioni di minimo rischio possibile».

Il Piano operativo provinciale prevede per gli istituti scolastici lezioni di 50 minuti e fasce orarie diversificate, sia per gli ingressi (7.50 e 9.30), sia per le uscite (12.00, 12.50, 13.40 e 14.30).

«Gli orari così intervallati – ha commentato l’assessore alle società partecipate Paolo Castronovi – permetteranno agli autobus di Kyma Mobilità, anche se devono viaggiare al 50% della capienza, di gestire adeguatamente il flusso degli studenti dei comuni limitrofi per/da Taranto, nonché quello dei ragazzi tarantini verso gli istituti scolastici. Ricordo che su ogni mezzo è installato un dispenser per il gel igienizzante delle mani». Alle fermate sarà fondamentale l’operato congiunto di forze dell’ordine, polizia municipale e volontari della protezione civile: saranno loro a controllare che non si creino assembramenti e che tutti i ragazzi indossino le mascherine, rinforzando così il “servizio di cortesia” già attivato a tal fine da Kyma Mobilità con gli Ausiliari del traffico. «In questa occasione – ha concluso l’assessore Castronovi – sugli autobus torneranno ad operare i verificatori di Kyma Mobilità per controllare che tutti sul mezzo indossino la mascherina e che sia rispettato il limite del 50% della capienza. Verificheranno, inoltre, che, soprattutto per i nuovi autobus ibridi con due porte, si salga dalla porta anteriore e si scenda da quella centrale, in modo da separare i flussi di salita e discesa dai bus, evitando così assembramenti e ressa alle fermate. In questa occasione tutte le Istituzioni hanno dato uno splendido esempio di collaborazione dimostrando che, quando c’è unione di intenti, la nostra comunità sa raggiungere importanti obiettivi. Ora chiediamo la collaborazione delle famiglie che dovranno spiegare ai figli come usare i mezzi pubblici: evitare assembramenti alle fermate disponendosi in fila, indossare la mascherina e igienizzarsi le mani. Tutti insieme possiamo limitare il contagio e consentire ai nostri ragazzi di tornare finalmente a scuola»​.



Annunci

Dove andare a Taranto