Storia di amore e di odio, ecco Il figlio di Persefone

Storia di amore e di odio, ecco Il figlio di Persefone

Il figlio di Persefone è la storia di due fratelli determinati a far chiudere l’Ilva di Taranto. In un’ambientazione mutevole – che tocca le coste ioniche, popolate dai miti della civiltà magnogreca, l’area industriale e i paesaggi metropolitani – si svolge l’iniziazione all’amore e all’odio di Giulio e Alessandro.


 

APPUNTAMENTO



VENERDI’ 8 FEBBRAIO (18.30) LIBRERIA MANDESE-VIALE LIGURIA, con il libro di MAURIZIO COTRONA “IL FIGLIO DI PERSEFONE”,  Elliot edizioni. Intervengono  la prof Evelyn Zappimbulso e Antonio Mandese, editore.

Nelle loro fantasie infantili identificano lo stabilimento siderurgico con Ade, il signore degli inferi tornato sulla terra, le cui propaggini abbracciano, asfissiandola, la città che lo aveva accolto speranzosa. È lui il mostro che ha rapito la madre, dolce e dolente come una moderna Persefone, e fatto nascere Giulio con una menomazione al braccio. Ma ha anche dato ad Alessandro un talento che potrebbe trasformarlo nel suo più pericoloso nemico, l’unico in grado di distruggerlo. Queste fantasie crescono con i fratelli, seguendoli nell’età adulta, fino alla resa dei conti. Un romanzo dallo stile lieve ma affilato, nel quale l’autore trasfigura la nostra società attraverso un’immaginazione che si nutre di miti millenari per parlare di speranze e inquietudini contemporanee.

Maurizio Cotrona è nato a Taranto nel 1973. Esordisce nel 2006 con il romanzo Ho sognato che qualcuno mi amava (Palomar). Nel 2011 pubblica Malafede (Lantana) e nel 2015 Primo (Gallucci HD). Coordina il laboratorio di scrittura creativa dell’associazione culturale “BombaCarta” ed è maestro della scuola di lettura per ragazzi “Piccoli maestri”.


Appuntamenti, dove andare Cooltura Libri

Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to