Tango, all’Orfeo balla la leggenda

Tango, all’Orfeo balla la leggenda

Il più grande ballerino di tango al mondo arriva a Taranto al Teatro Orfeo venerdì 2 marzo. Miguel Zotto nello spettacolo “Zotto Tango” propone un percorso musicale e coreografico dove eleganza, sensualità e seduzione si fondono con l’energia del tango argentino.


Otto ballerini in scena per la Compagnia di ballo “Tango x2” e l’Orchestra dal vivo “Tango Sonos” nello spettacolo che avrà inizio alle ore 21. Il leggendario ballerino amplifica l’intensità del tango attraverso gli arrangiamenti musicali “originali”, dal vivo, dei musicisti dell’orchestra Tango Sonos, accompagnati dagli abbracci seducenti dei ballerini che riempiono la scena, riuscendo così a coinvolgere ed emozionare il pubblico, grazie a quell’incredibile comunicazione tra corpi eleganti e morbidi che è il tango e che evidenzia il potere a tinte forti, ma mai volgare, delle sagome femminili.



Sul palco con Miguel Angel Zotto prenderanno forma: lo stile incisivo e l’energia travolgente di Daiana Guspero – partner di Zotto e prima ballerina della compagnia argentina Tangox2. Daiana Guspero è amore per la danza, passione per il tango, poesia scritta dal flusso sensuale e delicato del suo corpo in scena e sul palcoscenico. Un’espressività unica la sua, grazie alla grande sensibilità e passionalità che la contraddistingue nel panorama femminile tanghero.

Lo spettacolo “Zotto Tango” con la compagnia Tango Por Dos, è approdato sul palcoscenico in Italia per onorare Papa Francesco. Fu infatti presentato per la prima volta presso l’ Auditorium della Conciliazione di Roma proprio nel giorno del compleanno di Papa Francesco, che ha riscosso un successo strepitoso, testimonianza dei calorosi applausi e del tutto esaurito. Lo spettacolo vuole essere un omaggio allo stile diverso delle cinque coppie, che raccontano piccole storie d’ amore senza seguire un filo conduttore. Ogni coppia introduce con il gioco di gambe, incrociandosi, con infinite combinazioni, i diversi momenti della storia del ballo dell’epoca, agli anni nostri. 

Durante le loro interpretazioni, enfatizzano i sentimenti come amore, allegria e gioia, fino ad arrivare alla nostalgia e alla passione, nel senso più profondo. 


Tutti i sensi del corpo sono in comunicazione: Energia, respirazione, abbraccio, palpitazioni. E finisce con un “virtuosismo coreografico”, accompagnato dalla musica dal vivo di Tango Sonos, dove il bandoneon e il pianoforte giocano un ruolo principale per rendere lo scenario più vivo e sentito, passando per tutti gli stili della diversa orchestra di Troilo, e per concludere con la genialità della musica di Piazzolla. 

Miguel Angel Zotto, stella indiscussa, considerato dai cultori della materia “uno dei tre massimi ballerini di tango del secolo” insieme a Copes e Virulazo. 

Coreografo, ballerino, insegnante e direttore artistico della Compagnia TangoX2; da 30 anni sulla scena internazionale, anima le diverse sfumature di questo ballo con spettacoli, esibizioni e tour in tutto il mondo, conquistando il primato di miglior tanguero.

 

Di Zotto è celebre l’affermazione «il tango non è maschio, è coppia». Il suo è un lavoro che parte dal rapporto di comunicazione tra i corpi fino ad arrivare allo spazio per l’improvvisazione. Famoso in tutto il mondo per il suo stile che ha sviluppato grazie alla sua poliedrica personalità e instancabile creatività. Di ogni spettacolo ne segue la regia, la coreografia e la direzione luci in ogni dettaglio. Anche i costumi non sono a caso.

Il programma della serata:

LOS MAREADOS

(J.C. Cobian – E. Cadicamo) Coregrafia Grupal Overture

A MI VIEJOS

(O. Berlingeri) Miguel y Daiana

LOCA

(Juan D’ARIENZO) Instrumental

FLORES NEGRAS + CUMPARSITA

(F. De Caro) + (G. Rodriguez – Maroni) Coreografia Grupal Cabaret

ESTE ES EL REY

(M. Caballero) Instrumental

A DON AUGUSTIN BARDI

(H. Salgan) Anibal y Valeria

DERECHO VIEJO

(E. Arolas) Pablo M. y Roberta

NEGRACHA

(O. Pugliese) Leandro y Maria

DESDE EL ALMA

(R. Melo) Pablo G. y Romina

CANARO EN PARIS

(J. Caldara – A. Scarpino) M

OBLIVION

(A. Piazzolla) Pablo M. y Roberta

PARA DOS

(O. Ruggiero) Valeria y Anibal

PATETICO

(J. Caldara) Pablo G. y Romina

ESCUALO

(A. Piazzolla) instrumental

OJOS NEGROS

(V. Greco) Miguel y Daiana

ADIOS NONINO

(A. Piazzolla) instrumental

LO QUE VENDRA

LIBERTANGO

(A. Piazzolla) coreografia grupal final

BIS

LA CUMPARSITA

(G. Rodriguez – Maroni) grupal.

Il concerto è organizzato dall’Orchestra ICO Magna Grecia e Comune di Taranto, Regione Puglia e Mibact. Main sponsor: Ubi Banca, Shell, Fondazione Puglia, Programma Sviluppo e Baux Cucine. Partner: Mycicero.

Biglietti singoli:

Poltronissima 50 euro

platea centrale e prima galleria 40 euro

seconda e terza galleria 30 euro.

Appuntamenti, dove andare Cooltura Musica

Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to