Taranto, lo sciopero blocca ArcelorMittal. Ma l’azienda minimizza la partecipazione

Taranto, lo sciopero blocca ArcelorMittal. Ma l’azienda minimizza la partecipazione

Altissima la partecipazione e l’adesione dei lavoratori dello stabilimento siderurgico allo sciopero proclamato da Fim, Fiom e Uilm e Ugl. Secondo quanto riferiscono i sindacati “questa prima azione di lotta ha fatto registrare un dato straordinario di partecipazione di oltre il 75% determinando la fermata degli impianti, comprese le due acciaierie”.


“Lo sciopero di oggi – spiegano Fim, Fiom, Uilm – è la prima risposta all’arroganza di Arcelor Mittal che, unilateralmente, ha deciso di avviare la procedura di cassa integrazione ordinaria, nonostante l’invito delle organizzazioni sindacali a sospenderla, in attesa degli incontri istituzionali previsti al MISE in data odierna e il prossimo 9 luglio. Il risultato di oggi rappresenta una risposta netta e chiara alla dirigenza aziendale che deve necessariamente rivedere il proprio atteggiamento, tipico di una multinazionale”.



I sindacati respingono “il solito ricatto occupazionale e di contrapposizione tra lavoro e salute” e chiedono il rispetto di quanto previsto dall’accordo del 6 settembre scorso. “I lavoratori sociali e delle ditte di appalto rivendicano maggiori certezze rispetto al futuro occupazionale di questo territorio e soprattutto di porre fine al dumpimg contrattuale. Adesso ci aspettiamo anche un segnale dal Governo che, con senso di responsabilità, deve occuparsi concretamente delle questioni che da tempo rivendichiamo: Ambiente-Salute-Lavoro”.

“Lo sciopero di oggi è solo un assaggio – commenta Valerio D’Alò, segretario nazionale della Fim Cisl – il 9 luglio vogliamo discutere nel merito e trovare le soluzioni, non accetteremo di assistere al tavolo, tanto per lucrare qualche credito elettorale. Basta perdere tempo. Gli incontri ministeriali devono essere momenti in cui si cercano insieme soluzioni non altro. Anche la Regione Puglia faccia la sua parte”.

Secondo fonti aziendali, però, la partecipazione allo sciopero sarebbe stata del 36%. (Foto di repertorio)



Annunci

Dove andare a Taranto