Taranto, auto in fiamme nella Villa Peripato. Ecco cosa è accaduto

Taranto, auto in fiamme nella Villa Peripato. Ecco cosa è accaduto

Fortunatamente nessun ferito. Inoltre, con il trascorrere della mattinata, sono giunte puntuali le risposte ai quesiti che stamani anche noi, guardando la foto che circolava sui social, ci eravamo posti: nessun atto doloso. Autocombustione. Si tratta di un’auto della vigilanza. Nessuna bravata di estranei e ignoti ai danni del mezzo all’interno della Villa. E’ stato un evento accidentale che fortunatamente, ma questo era già chiaro al mattino, non ha provocato feriti.  Prima il Comune e poi l’istituto di vigilanza (titolare dell’auto andata in fiamme) hanno rispettivamente illustrato i fatti. Ecco il dettaglio:


aggiornamento ore 14.30): L’istituto Vis spiega l’accaduto sulla sua pagina Fb e in sostanza precisa:  incendio per autocombustione del mezzo, cause accidentali, i segni sul pavimento sono della macchina spazzatrice elettrica intervenuta.



“Nella notte scorsa, alle 3.10 – si legge sul post che qui copiamo e incolliamo –  una auto di servizio modello Fiat Panda dell’Istituto di Vigilanza “VIS S.p.A.” ha preso fuoco per autocombustione, per cause accidentali. L’automezzo oggetto dell’incendio viene messo a disposizione del personale VIS allo scopo di consentire alle unità in servizio di trovare ricovero nelle fasi in cui non sono impegnate nelle perlustrazioni della Villa Comunale. L’operatore ha immediatamente allertato i Vigili del Fuoco che sono intervenuti subito per lo spegnimento dell’incendio. L’Istituto “Vis” ha rapidamente proceduto alla rimozione della carcassa e si è attivato per il ripristino dei luoghi, eliminando detriti e residui derivati dalla combustione. Si precisa, in proposito, che non esiste alcun “mistero” relativo ai segni di gomme e ai cerchi concentrici immortalati, attorno al mezzo, da alcune fotografie circolate sui social network e riproposte su alcuni giornali on line: ogni ipotesi formulata in merito riguardo a eventuali “bravate” notturne è priva di fondamento. I segni rilevati e i cerchi derivano, infatti, dall’immediato impiego di una spazzatrice elettrica utilizzata per eliminare ogni traccia di fuliggine prodotta dall’incendio” chiudono dalla Vis.

(aggiornamento ore 9.48) La nota del Comune di Taranto

“Intorno alle 03.00 di questa notte, l’auto di servizio dell’Istituto VIS che si occupa della vigilanza all’interno della Villa Peripato, per un probabile problema meccanico, si è incendiata senza però arrecare danno a persone. Sul posto è intervenuta nella prima mattinata l’assessore Francesca Viggiano per verificare di persona il patrimonio arboreo della Villa.
“Sono intervenuti subito i Vigili del Fuoco – fa sapere l’assessore Viggiano – che hanno prontamente spento l’incendio.  L’Istituto di Vigilanza, proprietario del mezzo, sta già provvedendo alla rimozione dei residui dell’incendio. La situazione è tornata alla normalità e la Villa è praticabile”.


La notizia delle 8.30  di stamani

La foto sta circolando da alcuni minuti su tutte le piattaforme e rappresenta un episodio tutto da capire: un’auto, in piena Villa Peripato, ovvero nel centro del cuore di Taranto, distrutta dalle fiamme. Sul piazzale i segni delle gomme e di un vorticoso movimento circolare di un mezzo. Lo stesso o di un altro mezzo? Quello andato in fiamme è un mezzo della vigilanza o di un privato? A prescindere, e in attesa delle risposte, le indagini si occuperanno di stabilire autori e movente, sempre che si tratti di dolo. A meno che non si voglia ipotizzare la bravata di qualcuno che in piena notte non aveva di meglio da fare che scavalcare i cancelli della Villa e dare fuoco all’auto ferma sul piazzale. Staremo a vedere…

la spazzatrice utilizzata (foto ricevuta dall’istituto Vis)
L’area liberata dalla carcassa dell’auto – foto Comune di Taranto

Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to