Taranto, brutta avventura per una donna

Continue minacce e vessazioni. Ennesimo caso di violenza consumato nel focolare domestico ai danni di una donna. E’ accaduto a pochi chilometri da Taranto, a San Marzano di San Giuseppe dove i carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato, un 50enne del posto per minacce, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.


L’episodio è venuto alla luce ieri sera quando una donna si è presentata nella caserma dei carabinieri del piccolo comune per denunciare i maltrattamenti e le vessazioni psicologiche subiti dal marito. Una condizione che, a suo dire, le aveva causato un perdurante e grave stato d’ansia e timore per la propria incolumità, tanto da indurla a cambiare le proprie abitudini di vita.



L’ultimo episodio si era verificato poco minuti prima quando l’uomo, durante un violento diverbio, aveva minacciato la moglie costringendo quest’ultima a fuggire di casa e chiedere aiuto ai carabinieri. Mentre la donna raccontava l’episodio ed i militari cercavano di placare il suo evidente stato di agitazione, in caserma è arrivato il marito che ha continuato ad inveire contro sua moglie minacciandola pesantemente.

I militari sono intervenuti per ricondurre l’uomo alla calma, ma per tutta risposta sono stati aggrediti. A quel punto l’uomo è stato bloccato e arrestato per minacce, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il 50enne, al termine delle formalità di rito, come disposto dal pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo ionico,  Rosalba Loplaco, è stato tradotto nella Casa Circondariale di Taranto.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled