Taranto, camera da letto… “esplosiva” al rione Tamburi

Taranto, camera da letto… “esplosiva” al rione Tamburi

Ultime ore prima della notte di Capodanno. L’arrivo del 2018 viene salutato anche con l’accensioni di botti e fuochi pirotecnici. Quelli in vendita nelle rivendite autorizzate garantiscono la necessaria sicurezza, ma purtroppo è sempre molto diffusa la vendita abusiva di materiale di genere vietato. Per questo si intensifica l’attività delle forze dell’ordine per stroncare questo genere di traffici clandestini.


In tal senso i carabinieri di Taranto stanno svolgendo servizi di prevenzione, repressione e vigilanza sul commercio e la detenzione illecita di fuochi pirotecnici di genere vietato. Nel pomeriggio di ieri, una squadra del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, ha effettuato una serie di controlli in un condominio al rione Tamburi in cui si erano registrati, nei giorni scorsi, movimenti che avevano destato sospetti negli investigatori.



Sotto osservazione, in particolare, l’abitazione di un 43enne, già noto alle forze dell’ordine. Nel corso della perquisizione effettuata nella casa, i militari, coadiuvati da un artificiere antisabotaggio della Sezione Investigazioni Scientifiche, hanno rinvenuto 110kg di materiale esplodente di vario tipo e marca tra cui “manufatti, candelotti e batterie”. I botti erano stati accuratamente nascosti in camera da letto, dietro la porta d’ingresso.

Oltre ad aver stroncato un’attività illecita i carabinieri hanno eliminato una possibile minaccia per l’incolumità pubblica considerato l’elevato potenziale esplosivo del materiale scoperto, sequestrato e avviato a distruzione.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to