Taranto, controlli anticovid sui luoghi di lavoro: multe per 760mila euro e 34 denunce

Taranto, controlli anticovid sui luoghi di lavoro: multe per 760mila euro e 34 denunce

In tre mesi i carabinieri del comando provinciale di Taranto e del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno comminato sanzioni amministrative e penali per 760.600 euro nell’ambito di controlli sui luoghi di lavoro, con particolare attenzione alle norme anticovid.


Il dato è contenuto nel bilancio dell’attività svolta sotto il coordinamento della Prefettura di Taranto. “Sono state rilevate – si legge nel resoconto inviato alla stampa – violazioni al protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, oggetto di segnalazione alla Prefettura per i provvedimenti di propria competenza. Inoltre, rilevate e contestate violazioni ad esso connesse previste e punite dal Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro”.



Complessivamente, spiegano i carabinieri, “sono stati segnalati all’autorità giudiziaria 34 datori di lavoro per violazioni inerenti l’omesso aggiornamento della valutazione dei rischi rispetto al misure di protezione e prevenzione in materia di contagio da coronavirus, l’omessa fornitura di dispositivi di protezione individuale, l’omessa informazione e formazione sui rischi aziendali e in materia di contenimento e contrasto alla diffusione del virus Sars-CoV-2, l’omessa sorveglianza sanitaria finalizzata a constatare l’idoneità dei lavoratori rispetto alle mansioni specifiche. L’intera attività consentiva quindi di accertare e comminare sanzioni amministrative e penali per complessivi euro 760.600. Nel corso dell’intero periodo di riferimento sono state sospese in via cautelare 7 realtà imprenditoriali, verificate le posizioni di 127 lavoratori, di cui 97 irregolari e 18 in nero”.


Annunci

Dove andare a Taranto