Taranto, i controllori Amat alle fermate del bus

Taranto, i controllori Amat alle fermate del bus

Tornano i controllori Amat (Kyma Mobilità) ma il loro lavoro cambia radicalmente, spiegano dall’azienda.


Non saliranno più sui pullman come facevano in passato, infatti, per controllare a bordo dell’autobus il biglietto dei passeggeri. Squadre di tre addetti verranno collocate presso le fermate e controlleranno le porte di salita/discesa del mezzo per verirficare che “tutti i passeggeri in salita abbiano il biglietto o un abbonamento valido e, inoltre, che indossino la mascherina obbligatoria come prescritto dalle misure anti Covid-19”. Amat infine avvisa l’utenza: “Non sarà consentito l’accesso sul pullman agli utenti sprovvisti di un titolo di viaggio valido o della mascherina”. Durante i controlli lo stesso personale di “Kyma Mobilità – Amat” indosserà obbligatoriamente guanti monouso, mascherina e visiera trasparente. Secondo le regole anti covid, su un pullman che fino a qualche mese fa trasportava un centinaio di persone… oggi ne possono salire una ventina.




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled