Taranto, il pic nic del volontariato è un successo

Taranto, il pic nic del volontariato è un successo

Una bella manifestazione che mostra tre cose: gli spazi sono pochi ma esistono. Il volontariato   resta la dorsale principale di Taranto, come dell’Italia nel suo assieme. Il verde si può utilizzare e rispettare. Come oggi.


 

Ecco foto e video di una domenica particolare vissuta da tanti tarantini, piccoli e grandi, nella pineta di via Ancona, il pic nic in città è possibile.



 

IL BILANCIO DEGLI ORGANIZZATORI

“Il sole ha baciato le belle persone, erano davvero tante, che hanno partecipato al primo Pic Nic in città, l’iniziativa solidale che l’Associazione Girasole ha organizzato oggi (domenica 25 settembre) nei “Giardini Antonio De Curtis”, tra via Gobetti e via Calamandrei a Taranto.

È stato il primo pic nic tenutosi non in campagna come vuole la tradizione, ma in una delle rare oasi di verde pubblico della città di Taranto, uno spazio già protagonista nel recente passato di attività di riordino e pulizia ad opera di “Ammazza che piazza”.


Tante famiglie e numerosi tarantini hanno accettato l’invito a partecipare, muniti di tovaglie multicolori e cibarie, a questo primo pic nic urbano, manifestazione organizzata con il sostegno del Centro Servizi Volontariato di Taranto nell’ambito dell’Invito 2016 – Proposte in collaborazione con il CSV, e grazie al supporto di altre numerosissime realtà di volontariato e associative co-organizzatrici.

Per una giornata la piccola pineta urbana nel cuore di Taranto è stata trasformata in un centro di aggregazione sociale in cui erano presenti gli stand e i banchetti di tante organizzazioni di volontariato e realtà associative; i partecipanti hanno potuto assistere alle performance teatrali in estemporanea con l’Ufficio Storie Smarrite di Stefano Zizzi, Giù di Meo e Giocoleria by Banni, mentre i più piccoli hanno gioiosamente usufruito di tante attività di intrattenimento ludico. Grazie alla LAV, inoltre, anche gli amici a quattro zampe hanno avuto un loro spazio in cui giocare in libertà con i loro padroni.

I cittadini si sono così riappropriati di questo spazio urbano, normalmente dimenticato o poco utilizzato, dando vita a un momento di aggregazione “dal basso” e vivendo una giornata a contatto con la natura.

Pienamente soddisfatti della riuscita dell’iniziativa i responsabili dell’Associazione Girasole, che hanno organizzato questo inusuale momento conviviale per dare la possibilità ai cittadini di incontrarsi in un modo non convenzionale, una maniera per conoscersi tra concittadini, per affrontare i temi ambientali divertendosi e conoscendo le realtà associative attive sul territorio.

Hanno collaborato all’iniziativa il gruppo Sei di Taranto se…, il Centro didattico I Care, Anffas Taranto, Amnesty International, WWF Taranto, UNAC, LAV, Auser filo d’argento, AISM,  APMAR, ArciGay, ASSO CONSUM, ETS 2002, LILT, Hermes Academy, Plasticaqquà, NEXT Taranto, WIM, Pinguino Mag e Sistema”.

img_3976 img_3975 img_3974


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled