Taranto, incertezza sul futuro di Teleperfomance

Forte preoccupazione per il futuro della sede di Taranto di Teleperformance. La vicenda è stata al centro di un incontro tra  azienda, sindacati e task force regionale sull’occupazione svoltasi a Bari. L’amministratore delegato di Teleperfomance Italia ha confermato una situazione critica rispetto al conto economico degli ultimi anni. Una nota sindacale a firma di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom e Ugl parla di “perdite di diversi milioni di euro ripianate grazie all’intervento economico della struttura multinazionale”.


Secondo i sindacati, la società ha manifestato la “necessità urgente di individuare una risposa strutturale a tale situazione e pertanto gli interventi già messi in atto costituiscono solo un punto di partenza verso soluzioni in grado di fronteggiare un costo del lavoro elevato in un mercato sregolato e fuori controllo”. I provvedimenti cui fanno riferimento le organizzazioni sindacali sono i demansionamenti decisi nei confronti di 80 lavoratori e la perdita di altrettanti posti di lavoro interinali.



Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom e Ugl hanno chiesto il coinvolgimento delle istituzioni, a partire proprio dalla Regione Puglia “per definire un percorso che eviti che la situazione economica di Teleperformance possa sfociare verso esiti drastici e traumatici per migliaia di lavoratori e per l’intera città di Taranto. L’assessore regionale al Lavoro Leo e la Task force sull’occupazione, hanno ribadito la propria disponibilità “a sostenere il percorso richiesto”. Già fissata una nuova riunione per l’11 maggio 2017.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled