Taranto, inciviltà di Capodanno: bruciati 30 cassonetti [VIDEO]

Taranto, inciviltà di Capodanno: bruciati 30 cassonetti [VIDEO]

Trenta cassonetti bruciati, strade ridotte a discariche, botti esplosi a volontà nonostante i divieti e l’azione repressiva delle forze dell’ordine. Il Capodanno 2020 a Taranto va in archivio con il consueto corollario di inciviltà e mancanza di rispetto per gli spazi comuni. Mezz’ora di follia fuori da qualsiasi schema. La maleducazione è dura da sconfiggere.


Di seguito il bilancio dei danni e delle attività svolte da Amiu – Kyma Ambiente, nelle ore successive alla fatidica mezzanotte. “Circa 120 operatori su due turni, coadiuvati da 5 spazzatrici, 10 compatttori, 2 ragni e una pala meccanica, risorse aggiuntive rispetto a quelle impiegate normalmente, hanno ripristinato la viabilità principale già a pochissime ore dalla mezzanotte. Il lavoro si è protratto fino alle prime luci dell’alba spostandosi nei quartieri periferici, proseguendo dalle 7 in poi con il secondo turno utile a completare gli interventi su tutto il territorio comunale. Il tenore degli interventi è stato quello consueto, con la pulizia dei rifiuti incivilmente gettati per strada, insieme a parecchi ingombranti, la rimozione dei cassonetti bruciati (ne sono stati contati almeno 30, un danno per circa 6mila euro) e dei resti delle batterie di fuochi pirotecnici”.



“Abbiamo compiuto un lavoro importante – commenta il presidente di Kyma Ambiente – Amiu Carloalberto Giusti – i nostri ragazzi hanno restituito ai cittadini una Taranto praticamente pulita per la massima parte, sin da questa mattina. A loro va il nostro più sentito ringraziamento, perché hanno operato in condizioni particolari, lasciando le famiglie riunite per i tradizionali festeggiamenti: sono la vera forza della nostra azienda”.

“L’impatto con l’inciviltà di alcuni cittadini è ancora doloroso – ha spiegato il vicesindaco Paolo Castronovi – ma possiamo affermare che qualche passo verso il miglioramento lo abbiamo compiuto. Intanto registriamo l’ottimo lavoro di Kyma Ambiente – Amiu, all’altezza della complessa situazione. Anche l’amministrazione Melucci sente di dover ringraziare gli operatori, augurando a loro, e a tutti, che il 2020 sia un anno proficuo di progressi”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to