Taranto, inizia l’era Melucci. “Criticateci, ma partecipate”

Taranto, inizia l’era Melucci. “Criticateci, ma partecipate”

Sono le 19,25 del 29 giugno 2017 quando il giudice Casavola  proclama ufficialmente Rinaldo Melucci  sindaco di Taranto. La cerimonia si è svolta in un’aula consiliare insolitamente gremita. Un lungo applauso ha accompagnato la simbolica “investitura” con la consegna della fascia tricolore ad opera del capo di gabinetto del Comune, Pino Licciardello. Visibilmente emozionato il nuovo primo cittadino. “Vedervi in tanti qui – ha detto – è un bel segnale non tanto per il sindaco, quanto per la città. Pesa ancora su tutti la fortissima astensione dalle urne e quindi è grande la responsabilità che abbiamo verso quei cittadini che si sentono distanti dalla cosa pubblica e da Palazzo di città. La presenza qui, però, mi conforta. Ci mettiamo subito al lavoro. Sono contento che la proclamazione sia avvenuta nel giorno in cui si festeggiano i santi Pietro e Paolo e mi auguro che questa data segni un nuovo inizio per la città. Ce la metteremo tutta, non fate mancare la vostra partecipazione, la vostra voce, ma anche le critiche alle istituzioni”.


Subito dopo il nuovo sindaco di Taranto ha rilasciato una veloce dichiarazione. “Tanto affetto significa tanta responsabilità – ha detto al microfono de La Ringhiera che ha trasmesso la cerimonia in diretta Fb – e siccome siamo persone pratiche siamo consapevoli che bisogna mettersi subito al lavoro”.  “Fa piacere che ci sia tanta partecipazione – ha detto il sindaco Melucci ai giornalisti  – dobbiamo tornare ad essere completamente trasparenti. Non abbiamo molto tempo per i festeggiamenti dobbiamo metterci subito al lavoro, ci sono troppe cose da fare”.  Guarda il video della proclamazione



 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled