Taranto, la città ellenica prepara le sue “giornate”

L’unicità di un evento, il prestigio del suo debutto in riva allo Ionio. E’ stato illustrato ufficialmente a Taranto il programma delle Giornate Elleniche, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città.


La manifestazione itinerante, nella formula del “trittico di giornate” dedicate appunto alla condivisione dei valori della grecità antica ed attuale, è giunta alla sua terza edizione, dopo le esperienze suggellate a Cuma nel 2015 e nell’antica Pithekoussai- Neapolis (Ischia Napoli) lo scorso anno. Le “Giornate Elleniche di Taras” si svolgeranno dall’1 al 3 dicembre prossimi nel capoluogo ionico: artefice e promotore dell’iniziativa è il professor Marco Galdi, presidente della Società Filellenica Italiana, il quale ha coordinato il confronto al tavolo dei lavori insieme con la professoressa Maria Koutra, presidente della Comunità Ellenica di Taranto “Maria Callas”, entrambi coadiuvati dal professor Andreas Andreou, Segretario della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia, e dal professor Aldo Siciliano, presidente dell’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia.



Sono intervenuti anche i rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni aderenti al progetto. “Le Giornate Elleniche nascono come appuntamento annuale dei filelleni italiani e della diaspora greca in Italia- ha commentato Marco Galdi– Il filellenismo in Italia è un movimento antico, caratterizzato da un substrato culturale particolarmente impegnativo, poiché attraverso l’opera dei licei classici si forgiano ancora appassionati della Grecia. Da anni mancava una realtà organizzata di filellenismo a livello nazionale che, dal 2014, esiste con la Società Filellenica Italiana. A Taranto, antesignani di questa esigenza sono stati gli amici del Dopolavoro Filellenico, associazione presieduta dal professor Giancarlo Antonucci”. La scelta del capoluogo ionico come sede dell’evento deve la sua genesi a precise motivazioni: “Taranto vanta un ruolo straordinario nella storia greca, talvolta un po’ disconosciuto per la sua diversità: si tratta dell’unica colonia fondata dagli Spartani. Continua a esaltare una realtà di filellenismo importante– ha spiegato il professor Galdi- Determinante è stata la strettissima collaborazione con la neonata Comunità Ellenica “Maria Callas”, che testimonia la presenza della diaspora greca sullo stesso territorio”.

Preservare orgogliosamente l’identità ellenica da una parte, esaltare e riflettere sull’eclettica eredità mutuata dalla stessa civiltà occidentale, accrescendo la consapevolezza del messaggio che la Grecia attuale continua ad offrire all’Europa, dall’altra: il ricco cartellone consta di riflessioni su argomenti storico-culturali, glottologici, archeologici; di originali seminari circa il turismo e le questioni economiche  sviluppate sull’asse attuale italo-ellenica; di esibizioni artistiche inerenti la lirica ed il teatro; sino alle visite a museo e monumenti incastonati nella Città dei Due Mari. E’ prevista la partecipazione di Esponenti provenienti direttamente dal mondo Istituzionale ellenico.

La conferenza di presentazione


Le “Giornate Elleniche di Taras” beneficiano del patrocinio garantito sia dalle Autorità elleniche (Ministero del Turismo Ellenico; Commissione Speciale Permanente per la Diaspora Greca del Parlamento Ellenico; Ambasciate di Grecia e di Cipro presso la Repubblica Italiana), sia dalle Istituzioni italiane (Comune di Taranto, Provincia di Taranto, Regione Puglia, Marina Militare Italiana, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Dipartimento Jonico “Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo” dell’Università di Bari, Museo Archeologico Nazionale di Taranto- MarTa, Licei classici di Taranto “Ferraris-Quinto Ennio”, “Aristosseno” e “Archita”). La sinergia d’intenti è completata dall’opera delle associazioni: l’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, il Dopolavoro Filellenico, il Club Unesco di Taranto, Kerameion Onlus,  Neopolites-Nereidi di Taras, Nobilissima Taranto, Cavalieri de li Terre Tarentine, Semele Project, I Sedili di Napoli.

from to
Appuntamenti, dove andare Cooltura

Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to