Taranto, l’annuncio di Turco: Imprese a partecipazione pubblica pronte ad investire

Taranto, l’annuncio di Turco: Imprese a partecipazione pubblica pronte ad investire

“Sulla questione ex Ilva il Governo non ha alcuna responsabilità. Mittal in questo anno di gestione, nonostante fosse in vigore la norma sullo scudo penale, non ha raggiunto gli obiettivi prefissati”.


Mario Turco è tarantino, eletto al senato nella lista  M5S nel 2017, e da tre mesi è sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Programmazione Economica e agli Investimenti. Ha più di una ragione per intervenire, seguire le vicende della sua città e lavorare per le possibili soluzioni. “Le relative responsabilità sono riconducibili, quindi, esclusivamente alla sua conduzione gestionale che non ha saputo superare le difficoltà del mercato dell’acciaio” dice parlando di Mittal.”Il vero problema – aggiunge – é la mancanza di sostenibilità economica dell’impianto. A conferma di questo l’azienda ha proposto qualcosa di inaccettabile per il Governo, ovvero 5.000 esuberi ed una deroga alle norme italiane sulla sicurezza del lavoro”.  E il Cantiere Taranto annunciato da Conte? Le idee che il premier ha chiesto ai ministri?  “Nei prossimi giorni “saranno presentate proposte a tutela dei lavoratori e a garanzia dei livelli occupazionali – annuncia intanto Turco nella sua nota giunta poco fa- Segnalo anche che importanti imprese a partecipazione pubblica hanno risposto all’appello del presidente Conte – aggiunge e conclude – e hanno proposto importanti investimenti a forte moltiplicatore occupazionale e imprenditoriale. Infine, sempre nel contesto Cantiere Taranto, lunedì pomeriggio aprirò un tavolo per definire l’accordo di programma del corso di laurea in medicina con specializzazione in sicurezza e prevenzione delle malattie sul lavoro, a cui parteciperanno diversi Ministeri”.




Annunci

Dove andare a Taranto