Taranto, largo allo shopping in viale Liguria: stop ai bus e pista ciclabile

Taranto, largo allo shopping in viale Liguria: stop ai bus e pista ciclabile

Una pista ciclabile al posto della corsia preferenziale, la deviazione dei bus su percorsi alternativi e la realizzazione del format “via dello shopping”, il primo della città. Sono le idee che l’amministrazione comunale di Taranto ha portato sul tavolo del confronto con i commercianti della zona.


Le proposte sono state avanzate dall’assessore allo Sviluppo Economico, Marketing Territoriale e Turismo Fabrizio Manzulli in un recente incontro, legato alla riattivazione dei controlli sul corretto uso della corsia preferenziale da parte della Polizia Locale. “L’assessore – spiega una nota stampa del Comune – ha mostrato agli operatori commerciali rappresentati da Giuseppe Spadafino quali saranno i prossimi passi per valorizzare una delle arterie più vivaci del commercio cittadino, incassando un consenso unanime”.



“Abbiamo pensato di deviare altrove le linee Kyma Mobilità che attraversano viale Liguria – ha detto Manzulli – i tecnici della società stanno già lavorando a questo obiettivo, per trasformare la corsia preferenziale in una pista ciclabile, resa ancora più vivibile grazie all’installazione di fioriere e sedute che ne definiranno il tracciato. Sarà come avere un’estensione del marciapiede, per migliorare l’esperienza dello shopping”.

Un modello che l’amministrazione comunale intende poi esportare in altre zone della città. “Una volta realizzato questo intervento – prosegue la nota stampa – non sarà più necessario ricorrere ai controlli tramite telecamera, che già oggi sono mirati a colpire esclusivamente chi invade di proposito la corsia preferenziale. Come spiegato anche dal comandante della Polizia Locale, Michele Matichecchia, chi si vedrà costretto a impegnare la corsia preferenziale a causa di mezzi in doppia fila non riceverà alcuna sanzione.
Sarà certamente sanzionato, come detto, chi invaderà la corsia di proposito e chi parcheggerà in maniera tale da costringere gli altri automobilisti a farlo”.


Annunci


Dove andare a Taranto