Taranto, le figlie di Ettore Scola raccontano un maestro del cinema italiano

Taranto, le figlie di Ettore Scola raccontano un maestro del cinema italiano

Si parla di uno dei maestri del cinema italiano questa sera a Taranto. Paola e Silvia Scola presentano il libro “Chiamiamo il babbo Ettore Scola. Una storia di famiglia” (Rizzoli editore). Conversano con le autrici Massimo Causo, critico cinematografico e Giulia Galli dell’associazione “Il Granaio”. L’iniziativa si terrà, a partire dalle 18, nella sala conferenze della necropoli di via Marche (vicino al Tribunale, ndr).


La serata è organizzata dal Presidio del libro “Il Granaio” e dalla libreria Dickens di Taranto in collaborazione con Brigadoon – Altre storie del cinema  e Taranto Sotterranea. L’iniziativa è promossa, inoltre, dall’assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia in collaborazione con l’Associazione Presìdi del libro. L’ingresso è libero.



Ettore Scola è regista e autore di grandissimo valore. Un autentico maestro che ha firmato capolavori come “C’eravamo tanto amati”, “Brutti, sporchi e cattivi”, “Una giornata particolare”, “La terrazza”, “La famiglia”. Film che oltre ad emozionare hanno segnato l’immaginario collettivo e contribuito a creare un’identità culturale condivisa. Il libro ci consegna un ritratto inedito, intimo e sincero, tratteggiato dalle persone che, forse, l’hanno conosciuto meglio: le figlie Paola e Silvia.

Appuntamenti, dove andare Libri

Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to