TARANTO – Marcegaglia, la vertenza dimenticata da tutta la politica

TARANTO – Marcegaglia, la vertenza dimenticata da tutta la politica

Marcegaglia si candida ad acquistare l’Ilva, ma a Taranto la sua attività imprenditoriale non può dirsi certo brillante. A novembre dello scorso anno 82 dipendenti sono stati licenziati e collocati in mobilità. L’azienda si era impegnata a trovare un nuovo soggetto imprenditoriale che proseguisse l’attività, ma finora non è accaduto niente di tutto ciò. Come se non bastasse, i politici locali (consiglieri regionali e parlamentari) sono del tutto assenti su questa vertenza. Questa la denuncia contenuta in una nota unitaria delle segreterie provinciali di Fiom, Fiom, Uilm.


“Si è tenuta in questi giorni, congiuntamente alle Segreterie di Fim, Fiom e Uilm, l’assemblea dei lavoratori ex Marcegaglia per fare il punto della situazione della vertenza. Ricordiamo che questi lavoratori in data 30 novembre 2015 sono stati licenziati ed attualmente sono posti tutti nelle liste di mobilità. Nonostante l’accordo – siglato in Regione Puglia – che impegnava l’azienda a ricercare un nuovo soggetto industriale, per un periodo di diciotto mesi tramite un’agenzia di scouting, ad oggi nulla è cambiato e, visto il passar del tempo, le preoccupazioni dei lavoratori aumentano sempre di più.



Lavoratori e organizzazioni sindacali chiedono che immediatamente sia aperto il tavolo di crisi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, così come previsto dall’accordo regionale e invitano la stessa Regione Puglia ad attivarsi per ottenere una data utile. In occasione della prossima riunione del Comitato Sepac, fissata per il 4 ottobre, ci aspettiamo risposte non più derogabili da parte della Regione. Qualora la questione dovesse rimanere ancora irrisolta saremo costretti ad intraprendere, con gli 82 lavoratori interessati, iniziative di lotta utili a sensibilizzare l’opinione pubblica.

Il tempo sta scorrendo inesorabilmente e per molti gli ammortizzatori sociali stanno scadendo. Pertanto come organizzazioni sindacali siamo seriamente preoccupati visto lo stato dell’arte della vertenza. a questo sommiamo l’indifferenza della stessa azienda Marcegaglia che a Taranto ha lasciato disoccupati e capannoni vuoti. Registriamo, inoltre, la totale e ingiustificata assenza a tutti i livelli da parte dei rappresentanti politici locali, regionali e nazionali, ai quali, ancora una volta, rivolgiamo un accorato appello, affinché incontrino, con urgenza, le nostre organizzazioni sindacali evitando ulteriori ripercussioni negative in termini occupazionali, in un territorio già gravemente compromesso”.


Annunci


Dove andare a Taranto