Taranto, nei locali del Comune una pescheria abusiva

Taranto, nei locali del Comune una pescheria abusiva

Un locale di circa 200 metri quadri utilizzato come deposito e sito per la lavorazione di prodotti ittici, occupato abusivamente. La scoperta è stata effettuata dalla Guardia Costiera nell’ambito di controlli sulla filiera della pesca. Il grossista operava nel mercato ittico di Taranto ed è stato individuato grazie ad un’accurata attività di indagine e di controllo del territorio. A rendere ancora più singolare l’episodio c’è un’altra circostanza: il locale dove si svolgeva l’attività è di proprietà comunale, è stato occupato abusivamente ed era privo di autorizzazioni sanitarie e concessioni.


I militari della Guardia Costiera hanno sequestrato l’immobile e tutte le attrezzature contenute al suo interno: celle frigo, arriccia polpi, lavacozze. Un medico veterinario dell’Asl ha accertato gravissime carenze igienico-sanitarie. Nel locale sono stati rinvenuti 2.500 kg. di prodotti ittici vari. Circa 2 tonnellate erano congelate ma in cattivo stato di conservazione. Per altra merce sono state riscontrate violazioni delle procedure alimentari previste per la “catena del freddo”.  Tutto è stato posto sotto sequestro prima che fosse messo in vendita. Cozze sgusciate, tonno rosso (circa un quintale) catturato illegalmente, calamari, seppie e scampi, erano privi di qualunque tipo di etichettatura e tracciabilità. I militari ipotizzano che fosse di dubbia provenienza, forse anche frutto di pesca illegale.



“Agli ignari consumatori – spiega la Gruardia Costiera di Bari che ha eseguito i controlli – sarebbero stati venduti gamberetti manipolati e congelati senza alcuna precauzione in violazione delle più elementari norme igieniche. Il locale ed i banchi di lavoro erano sporchi ed in cattivo stato di manutenzione, con evidente presenza di ruggine”. I gestori del locali, tutti tarantini, sono stati denunciati alla magistratura.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to