Taranto, oltre 600 domande per il sostegno alle imprese fermate dal lockdown

Taranto, oltre 600 domande per il sostegno alle imprese fermate dal lockdown

Sono 623 le istanze pervenute entro i termini di scadenza, per accedere alla misura di sostegno alle imprese predisposta dall’Amministrazione comunale di Taranto.


Lo rende noto Palazzo di città. “Con la delibera 108 dello scorso maggio – spiega un comunicato stampa del Comune – il sindaco Rinaldo Melucci aveva varato un pacchetto corposo di interventi per favorire la ripartenza socio-economica del Sistema Taranto dopo il lockdown, contemplando anche un sostegno mirato alle imprese artigiane, ai commercianti e ai titolari di pubblici esercizi fermati dalla chiusura totale, che avevano però sostenuto delle spese.



Furono stanziati 1,158 milioni di euro, da assegnare a fondo perduto ai soggetti che avessero presentato richiesta, prevedendo due opzioni: un contributo di 800 euro per chi avesse sostenuto spese fino a 8mila euro, un contributo di 1000 euro per chi avesse speso di più. Gli uffici della Direzione Sviluppo Economico sono al lavoro per le verifiche e per agevolare anche quei soggetti che hanno presentato domande parzialmente incomplete e facilmente integrabili attraverso la trasmissione della documentazione mancante”.

“La risposta a questa misura ci restituisce il quadro della sofferenza patita dal settore produttivo durante e dopo l’emergenza sanitaria – commenta l’assessore Fabrizio Manzulli – con questo contributo crediamo di poter incidere in parte sulla fase di ripartenza. Questa misura è una delle tante che abbiamo previsto per il tessuto produttivo, finanziando anche la realizzazione di start up, anticipando le risorse di competenza governativa e regionale con il fondo rotativo, ampliando le concessioni per il suolo pubblico e agevolando l’insediamento di nuove realtà nel nostro territorio”.


Annunci


Dove andare a Taranto