Taranto, poliziotto ferito. Il Sap chiede le pistole taser

La notte del 22 agosto due agenti della Polizia Ferroviaria di Taranto, hanno tratto in arresto un trentaquattrenne di origini calabresi, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era stato notato salire con una donna nella cabina di una macchina operatrice, in sosta su un binario dismesso. Raggiunto dagli agenti, l’uomo ha dato in escandescenze ferendo uno di loro che ha riportato una contusione distorsiva a al pollice destro, con prognosi di otto giorni.


Secondo Francesco Pulli, segretario nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), “le aggressioni ai nostri agenti sono all’ordine del giorno, ma oramai non fanno più notizia. Per questo chiediamo ancora una volta che gli operatori su strada siano dotati quanto prima di pistola taser, strumento non letale che riduce notevolmente il contatto fisico tra l’operatore di Polizia e il soggetto fermato, evitando aggressioni di questo tipo dove, ad avere la peggio, è sempre chi sta svolgendo il proprio dovere”.




Annunci

Dove andare a Taranto