Taranto, positivo un operaio dell’appalto Mittal. Tamponi a 14 persone

Taranto, positivo un operaio dell’appalto Mittal. Tamponi a 14 persone

Un operaio di una ditta  non pugliese (del Nord Italia), che ha lavorato per soli 3 giorni (all’incirca 7-10 giorni fa) nei pressi dello stabilimento Arcelor Mittal di Taranto, dopo essersi sottoposto a tampone rinofaringeo, è risultato positivo al Covid-19.


Lo rende noto l’Asl di Taranto. “Sono intervenuti gli specialisti del Dipartimento di Prevenzione – si legge nel comunicato – sottoponendo a tampone 14 persone che hanno condiviso l’attività professionale con l’operaio risultato positivo. Allo stato, 12 di essi sono risultati negativi. Relativamente ai restanti due lavoratori, si resta in attesa di conoscere i risultati del primo tampone”.



L’Asl comunica, inoltre, che “nella tarda mattinata della giornata odierna, 10 settembre, è stata dimessa dal reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto una paziente guarita dal Covid-19, dopo che due tamponi avevano dato esito negativo. Al momento, risultano ricoverati presso il “Moscati” 28 pazienti Covid, nessuno dei quali è in terapia intensiva”.

Sull’episodio che riguarda gli operai dell’appalto ex Ilva, Fim, Fiom, Uilm lamentano di non essere stati informati dall’azienda e chiedono un incontro urgente ad ArcelorMittal per verificare il rispetto delle norme anticovid sui luoghi di lavoro.


Annunci


Dove andare a Taranto