Taranto Rock Festival. Se il Rock fa rete vincono tutti

Taranto Rock Festival. Se il Rock fa rete vincono tutti

Fortemente voluto da musicisti e organizzatori, il Taranto Rock Festival trova finalmente spazi e risorse per andare in scena il 10 agosto 2016. Alla base della manifestazione una formula semplice e coraggiosa ma raramente messa in pratica: Valorizzare veri talenti del nostro hinterland affiancandoli ad artisti del panorama nazionale favorendo l’incontro tra diverse provenienze musicali e anagrafiche. Chiamiamoli indipendenti, underground, “fuori circuito”, restano artisti molto seguiti e apprezzati nelle serate live di tutto l’anno.


Il contenitore è dedicato alla musica live ma anche alla gastronomia e artigianato. Tutto questo nella scenografia millenaria del Parco Archeologico di Saturo. Ma non ci sarà solo musica di qualità. Il pubblico potrà degustare carni alla brace, piatti vegani e gluten free e 6 tipi di birra artigianale, ma anche fermarsi ad ammirare le stelle nella notte più luminosa dell’anno (quella, appunto, di San Lorenzo).



Andrea-ChimentiHeadliner della serata sarà Andrea Chimenti, nome che evoca il periodo d’oro della New Wave italiana degli anni 80, voce storica del MODA (rigorosamente senza l’accento) tuttora prolifico artista che presenterà un omaggio a David Bowie. Quello di Chimenti è un ritorno come lui stesso ricorda: “Torno a Taranto dopo tantissimi anni ed è una città che ho nel cuore. Poi, il pubblico pugliese è attentissimo alla musica, alle tendenze, va in profondità nell’ascolto. Quando con i Moda venivamo in Puglia, eravamo il gruppo più felice della Terra, ho un ricordo straordinario…”.

Tra gli ospiti anche dei graditi ritorni, come quello del rocker Bonomo, un prodotto tutto tarantino esportato in Emilia e con apprezzate produzioni e collaborazioni alle spalle. Tornano anche i Mother Nature, la apprezzatissima rock band degli anni 90 con il loro repertorio hard blues ispirato ad Aerosmith e Black Crowes. Poi Michele Maraglino, Marco Schnabl, Aeren, Blindcat, Doris, Eco Reverse, Le Meccaniche Illusioni, Rei Veda, Minimanimalist, Prosecutors, Monkeys of Tomorrow, Il Giunto di Cardàno, Giovanni Urgo.

Tutti prodotti della nostra terra che troppo raramente trova spazio per ribadire a se stessa che un universo creativo esiste e può sopravvivere quando si gettano ponti e si apre al confronto.

L’evento è organizzato da Altramusica Live e patrocinato dal MEI #retedeifestival



Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to