Taranto, sequestrata merce contraffatta in via D’Aquino

Taranto, sequestrata merce contraffatta in via D’Aquino

Controlli serrati durante il periodo festivo nei confronti di circoli ricreativi, esercizi commerciali e venditori ambulanti. La polizia locale di Taranto, dopo numerosi sopralluoghi, ha sanzionato un circolo ricreativo in viale della Liberazione, a Paolo VI. Il locale era privo privo di licenza e non aveva presentato la Scia per la somministrazione di alimenti e bevande. Gli agenti hanno comminato due distinte sanzioni per complessivi 6mila euro ed hanno disposto la chiusura del circolo.


Ordinanza di chiusura e 5000 euro di multa anche per un esercizio di vicinato abusivo in via XXV Aprile, sempre al quartiere Paolo VI. Mentre un bar in via Mannarini, al rione Tamburi, è stato sanzionato (1000 euro) per mancata esposizione degli orari dell’attività ai sensi della legge 24/2015.



Polizia locale e polizia di stato hanno effettuato posti di controllo congiunti nei quartieri Tamburi e Paolo VI. Elevati quattro verbali: due per guida senza cintura, uno per mancata copertura assicurativa e uno per sequestro di auto che è risultata già sottoposta a sequestro. Nella centralissima via D’Aquino è stata sequestrata merce contraffatta. “Il presidio della città – commenta – l’assessore alla polizia locale Gianni Cataldino – è costante. I cittadini chiedono presenza delle forze dell’ordine e le nostre donne e i nostri uomini rispondono con abnegazione a questa legittima necessità anche con queste operazioni apparentemente piccole che però restituiscono legalità alla vita quotidiana di tutti i quartieri”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to