Taranto, stati generali dell’emergenza sanitaria. Confronto aperto tra Emiliano, addetti ai lavori e malati oncologici

Taranto, stati generali dell’emergenza sanitaria. Confronto aperto tra Emiliano, addetti ai lavori e malati oncologici

Ai Liberi e Pensanti va  il merito di aver invitato e ottenuto la presenza degli attori protagonisti di questa drammatica vicenda. Una giornata costruita bene e densa di contenuti srotolati sul tavolo senza tanti giri di parole. Tanti i presenti, dicevamo.


Prima di  tutto i malati oncologici, un gruppo sparso in rappresentanza di migliaia di cittadini di Taranto e provincia colpiti dal cancro in misura statistica più alta che altrove. Quindi i medici, i dirigenti Asl, il direttore generale tarantino, il capo del dipartimento Sanità della Regione, quindi il governatore. Rossi, Gorgoni ed Emiliano nel padiglione Vinci, a confronto con il comitato Liberi e Pensanti, quelli con i quali “è impossibile parlare” dirà Emiliano scherzando su alcuni non meglio precisati avvisi ricevuti mentre raggiungeva Taranto.



naturalmente si è parlato. E anche tanto e serenamente, come sempre. Ad Emiliano, la richiesta sollevata dalla platea è presto sintetizzata: polo oncologico al Moscati? Come, quando… Il nuovo ospedale? Bisogna curarsi adesso e bene, non si può aspettare il tempo di un appalto. Taranto significa emergenza ambientale e sanitaria, cosa intende fare la regione? E come, quando, con quali fondi?

Emiliano non si sottrae, come nello stile del personaggio, e si impegna e rivedere tutti il prossimo 21 novembre per valutare gli stati di avanzamento di un percorso che sembra allontanare il governatore sempre di più dal suo partito di riferimento (lo scontro sul riordino e la questione Ilva hanno già lasciato il segno). “Ma io non lascio il Pd – dice alla platea del Vinci – io combatto da dentro. Lo so che a Taranto Pd è quasi innominabile… purtroppo, non è colpa mia. E lo so che a Taranto il centrosinistra è indigesto, ma non è colpa mia“. Frasi (guarda video in basso) che solleveranno non pochi malumori tra i   democratici ionici che proprio sabato scorso hanno affidato il partito ad un nuovo gruppo dirigente.

Quanto all’emergenza oncologica, Emiliano non scarta nemmeno l’ipotesi di tassare i pugliesi per finanziare il caso Taranto. Dopodiché, tanti appunti presi e alcuni impegni. I Liberi e Pensanti tengono alta la guardia. E non soltanto loro, ovviamente. Perché di appunti e promesse son piene le fosse…



Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled