Taranto, turismo sicuro. La proposta di Confindustria per rilanciare il settore

Taranto, turismo sicuro. La proposta di Confindustria per rilanciare il settore

Turismo, cultura, agroalimentare sono settori che più di altri hanno sofferto gli effetti del lockdown. Questa mattina secondo appuntamento con “Zoom spazio imprese”, il focus dedicato ai vari comparti produttivi, avviato da Confindustria Taranto per rilanciare l’economia del territorio. Erano presenti il presidente degli industriali ionici Antonio Marinaro e Beatrice Lucarella, responsabile della sezione Turismo, Cultura, Industria alimentare.


“In Confindustria Taranto – ha spiegato il presidente Marinaro – sono riunite in un’unica sezione importanti realtà dell’industria alimentare, del turismo e della cultura della nostra Provincia. Tale unione nasce dalla consapevolezza che tali settori trovano la propria specificità nello stretto legame con il proprio territorio e che tutte le imprese dei diversi comparti possono, operando in sinergia, farsi promotori di importanti progettualità, anche di marketing territoriale, per la valorizzazione del nostro territorio
veicolando un’immagine positiva della nostra provincia e delle sue molte eccellenze”.



Il rapporto sull’economia della Puglia della Banca d’Italia, recentemente presentato, evidenzia che la ripartenza del comparto del Turismo sarà molto graduale, considerando la difficoltà di rimuovere i vincoli alla mobilità e il tempo necessario per recuperare la fiducia dei consumatori, andando ad incidere pesantemente sulla stagione estiva, che si stima possa pesare per quasi l’80 per cento sulle presenze annuali.

“Nonostante il quadro fortemente critico – ha detto Beatrice Lucarella – le nostre imprese associate hanno tuttavia dimostrato una forte resilienza e si sono rese foriere di proposte concrete per il sostegno del settore, durante il lockdown e per la ripartenza, che sono state presentate in tutte le sedi competenti. Sostegni per la digitalizzazione delle imprese, semplificazione e accelerazione per la liquidazione dei contributi regionali, misure
di sostegno alla liquidità delle imprese, voucher per il soggiorno in
provincia integrato con attività culturali, solo alcune delle
proposte formulate”. Inoltre, in questi mesi “abbiamo realizzato un pacchetto di offerta integrata – ha aggiunto il presidente Lucarella – denominato Taranto, Turismo Sicuro che raccoglie in un’ottica sistemica la migliore offerta enogastronomica, turistica e culturale espressione delle nostre imprese”.


Annunci


Dove andare a Taranto