Taranto, un seggio in più se Fitto si dimette. E intanto Borraccino attende la verifica dei calcoli

Taranto, un seggio in più se Fitto si dimette. E intanto Borraccino attende la verifica dei calcoli

Andiamo per ordine. Ma è il collegio Taranto al centro della eventuale riequilibratura politica dei numeri. Ciò che appare sui siti, a cominciare da Eligendo del Viminale, è frutto dei primi calcoli ufficiali. Ma sarà la proclamazione degli eletti, nei prossimi giorni, a delineare il quadro definitivo del nuovo Consiglio regionale eletto in Puglia nei giorni scorsi. Senza tralasciare eventuali ricorsi…


Emiliano ha intanto ottenuto 27 seggi e non 29, nonostante abbia superato il 40%. Le ragioni sono tecniche (il 40% lo si raggiunge sommando i soli numeri delle liste che hanno superato lo sbarramento del 4%). Insomma, 11 liste civetta non sono andate come il governatore forse sperava (almeno per una parte di esse). Una lista, Senso Civico, lo sbarramento lo ha superato ma non ha ottenuto seggi. Borraccino, Abaterusso e Pisicchio attendono il canonico riconteggio (leggi). Se dovessero aver ragione (questione di calcoli matematici e criteri di assegnazione) la loro lista potrebbe acquisire tre seggi a scapito probabilmente del Pd (almeno 2 su 3) che in Puglia di seggi al momento ne ha 16 seggi (quattro a Bari, tre a Foggia e a Lecce, due nella Bat, a Brindisi e a Taranto). Sei seggi sono di «Con», cinque di Popolari. 27, due in meno del 2015. Nel centrodestra vanno sei seggi a Fratelli d’Italia, quattro alla Lega, quattro a Forza Italia e tre a Puglia Domani (tra i quali Fitto, miglior candidato presidente non eletto): totale 18 seggi, 5 in più del 2015. M5s conquista cinque seggi, tre in meno del 2015.



Passiamo alla ripartizione territoriale. La provincia di Bari conserva 11 posti in Consiglio, come Lecce che resta a quota 10. Brindisi prende un consigliere in più rispetto a cinque anni fa (5). Foggia due in più (oggi 10). Bat due in meno (oggi 5). Taranto passa da 9 a 8. Se però Fitto dovesse dimettersi dal ruolo di consigliere regionale, subentrerebbe il tarantino (Palagiano) Antonio Scalera, primo della lista Puglia Domani nel collegio ionico, in queota al quale è scattato Fitto. L’iter della verifica e del riconteggio è appena cominciato..


Annunci

Dove andare a Taranto