Tempa Rossa, imprese di Taranto non pagate

Tempa Rossa, imprese di Taranto non pagate

Alcune imprese di Taranto hanno eseguito lavori nell’area dei pozzi petroliferi di Tempa Rossa, a Corleto Porticara, in Basilicata. Hanno lavorato per conto della Technimont Spa, ma attendono da quasi un anno di essere pagate. La denuncia arriva da Confindustria e Confapi Taranto con una lettera congiunta dei presidenti Antonio Marinaro e Roberto Palasciano. La missiva è indirizzata all’amministratore delegato di Total Italia, Carsten Sonne-Schmidt; a Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di  Technimont Spa e a Vito Bardi, presidente della Regione Basilicata.


“Poniamo all’attenzione quanto segnalatoci da una serie di imprese associate – scrivono Marinaro e Palasciano – impegnate nella realizzazione dei lavori nell’ambito del Progetto Tempa Rossa di Total S.p.A. in
Corleto Perticara per la Committente Tecnimont S.p.A.. Tali imprese sono da quasi un anno in attesa di ricevere dalla stessa Tecnimont il pagamento dei corrispettivi contrattuali maturati a fronte dei lavori eseguiti per un ammontare complessivo di svariati milioni di euro”.



“I tentativi fin qui condotti dalle imprese per ottenere il pagamento delle proprie spettanze – prosegue la lettera – ad oggi non hanno avuto alcun esito. La situazione di grave disagio in cui versano le nostre imprese, ormai insostenibile per effetto dei mancati incassi a fronte di rilevanti esposizioni debitorie resesi necessarie proprio per l’esecuzione ed il completamento dei lavori, non consente di attendere oltre”.

Confindustria e Confapi chiedono quindi di “individuare con la massima sollecitudine le
più opportune soluzioni per riconoscere il lavoro svolto e disporre il pagamento dei crediti maturati. Ciò anche al fine di evitare che si intraprenda la strada lunga e complessa del contenzioso e scongiurare ogni rischio di perdita di posti di lavoro. Nel ringraziare per l’attenzione che si vorrà riservare alla presente, confermiamo la nostra piena disponibilità ad avviare una interlocuzione tra tutte le parti interessate alla problematica”.

Lettera Confindustria Confapi Taranto



Annunci

Dove andare a Taranto