Truffa dei terreni agricoli, indagati imprenditori e funzionario della Regione

Truffa dei terreni agricoli, indagati imprenditori e funzionario della Regione

Truffa aggravata per il conseguimento di finanziamenti pubblici. Questa l’ipotesi di reato che vede indagate quattro persone cui questa mattina è stata notificata un’informazione di garanzia. Tre farebbero capo ad una cooperativa agricola. L’ultimo, invece, è un funzionario della Regione Puglia. Il provvedimento è stato notificato dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto.


I quattro sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, falsità materiale ed ideologica commessa dal Pubblico Ufficiale in atti pubblici. Secondo le indagini concluse ad ottobre del 2017, i componenti della cooperativa avrebbero, in vario modo ed a vario titolo, collaborato per produrre false attestazioni alla Regione Puglia, che sarebbero state successivamente avallate dal funzionario ricompensato poi per il favore.



La cooperativa avrebbe  quindi conseguito – stando sempre alla ricostruzione dei carabinieri –  l’assegnazione di finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Puglia, nell’ambito del Piano di Sviluppo Regionale 2007/2013. Così sarebbero stati acquistati, in agro di Palagiano, terreni della Regione-ex ERSAP, sottoposti a vincolo idrogeologico e paesaggistico, compresi tra il Mare Jonio, le foci dei fiumi Lenne e Lato e la Riserva Naturalistica ‘Romanazzi’, con l’intento di realizzare un’area naturalistica attrezzata per la fruizione pubblica, mai portata a pieno compimento.

“Alla formale contestazione dei reati – spiegano i carabinieri in un comunicato – seguiva a cura del Gip del Tribunale di Taranto, l’emanazione di un Decreto di sequestro preventivo per equivalente, che ha interessato i beni intestati alla cooperativa e ad alcuni degli indagati. La misura cautelare ha interessato, nel complesso, 17 immobili (fabbricati e terreni), quote di capitale di una società, ed Euro 100.389,76 riscontati su depositi bancari / postali, per un valore totale di Euro 600.000,00 circa”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Opera, da Verdi a Mascagni: quattro appuntamenti al Fusco
from to
Tarentum, la nuova stagione
from to