Vestirsi bene non è roba per maschi. Ma rimediare è possibile

In questi giorni il mondo del fashion style è in pieno fermento e continuerà ad esserlo per molto tempo ancora. Siamo in attesa delle collezioni Haute Couture da Parigi e delle fashion week in giro per il mondo e vi racconterò ciò che farà tendenza, ciò che è meglio evitare e, soprattutto, parleremo di stile, quello vero!


Oggi voglio iniziare  concentrandomi sui signori uomini che, purtroppo, non sempre conoscono il significato dell’espressione  “vestirsi bene”. Intorno a me… scene inguardabili: borselli  improponibili portati con orgoglio, sneackers usate come se fosse l’unica scarpa esistente, quarantenni e cinquantenni che vestono come dei quindicenni, accoppiamenti di colori a dir poco audaci e poi, elemento fondamentale, la convinzione di essere fighi e cool con camminate da “maschi amari” che nulla devono chiedere!



La realtà è ben diversa da questa certezza così diffusa, ma si può rimediare. Basta qualche piccolo accorgimento e anche una spesa minima per non apparire come chi ha scelto gli abiti indossando una benda sugli occhi.

Se avete bisogno di qualche ispirazione, vi consiglio di guardare le immagini di questi perfetti gentiluomini che hanno invaso le strade di Firenze durante Pitti Uomo e che concretizzano l’idea di eleganza e stile maschile.

Ricordate: “lo stile è l’abito dei pensieri  e un pensiero ben vestito, come un uomo ben vestito, si presenta molto meglio”. (Lord Chesterfield)


 

GALLERY 

 

 

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled