Via Ancona, due mesi di lavori nel sottopasso

Via Ancona, due mesi di lavori nel sottopasso

I lavori partiranno martedì 5 novembre, la fine è prevista per il 3 gennaio prossimo. 


Il sottopasso di via Ancona,a Taranto, necessità di interventi di risanamento. Circa 50 metri delle corsie di sinistra, su entrambi i lati, saranno interdetti al traffico all’altezza di via Lago di Viverone. Dunque, qualche disagio e un po’ di pazienza saranno da mettere in conto: si proseguirà a doppio senso sulle corsie di destra per consentire di lavorare agli operai della ditta incaricata.



 

Il Comune nel pomeriggio ha confermato la notizia, illustrando il piano attuativo del monitoraggio e riqualificazione ponti

“L’amministrazione Melucci ha, da un anno a questa parte, avviato un piano di monitoraggio e manutenzione straordinaria di tutti i ponti e viadotti della città e di competenza comunale. In questi mesi sono state compiute le indagini strutturali da parte dei tecnici incaricati dalla Direzione Lavori pubblici, ed eseguiti i primi interventi di messa in sicurezza dei sottopassi di via Dante e del sovrappasso del Porto. “Nell’ambito di questi interventi – fa stare l’assessore ai lavori pubblici Ubaldo Occhinegro – la direzione lavori pubblici inizierà dal 4 novembre e per circa due mesi, la manutenzione del sottopasso su via Ancona, che presenta fenomeni di degrado a causa di anni di mancata manutenzione. Immediatamente dopo, si avvieranno i lavori di ripristino dei sottopassi di via Dante e di viale Magna Grecia, direzione Punta Penna. Inoltre stiamo redigendo la progettazione esecutiva delle opere di manutenzione straordinaria del cavalcavia sito nei pressi dell’autorità portuale, in zona Croce, a seguito delle indagini effettuate nei mesi scorsi dai tecnici. Qui le opere a farsi sono di elevata complessità, e quotano circa 4.500.000 euro, data la mole della struttura e lo stato manutentivo pessimo.”
 “Stiamo affrontando con impegno – interviene il sindaco Melucci –  il tema della manutenzione delle grandi infrastrutture cittadine che, anche a seguito del dramma crollo del ponte Morandi a Genova, é ritornato alla ribalta nazionale. Tutti i nostri sforzi sono mirati a preservare la sicurezza dei nostri concittadini ed a sanare situazioni di degrado”.

 

 

 

 

 


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to